Informaconsumatori
Autore Messaggio

<  Spesa e consumi  ~  Evviva, è arrivata la bolletta del gas

admin
Inviato: Ven Mar 06, 2009 9:29 am Rispondi citando
Site Admin Registrato: 04/12/07 09:57 Messaggi: 70 Residenza: Grugliasco (Torino)
Attenzione se le fatture tardano ad arrivare: si rischia di rimanere al freddo e di essere perseguiti come morosi, benché la colpa sia dell’azienda che eroga il servizio. Oltre il danno, anche la beffa



Cara, sospirata bolletta... Sì, anche sospirata: infatti, dopo qualche giorno di comprensibile sollievo per il ritardo della temuta fattura, sia essa del gas o della luce, se la buca delle lettere continua a rimanere vuota è il caso di preoccuparsi.
Altrimenti rischia di capitarci quanto è successo alla signora Antonella A. e ad alcuni utenti di Givoletto in provincia di Torino, che si sono ritrovati all’improvviso senza fornitura di gas.
Un caso, purtroppo, tutt’altro che isolato, perché secondo i dati della delegazione piemontese di Federconsumatori, il problema è esteso anche in altre zone della regione e nella stessa Torino.
La signora Antonella dallo scorso anno, da quando Italcogim è subentrata a Metanalpi per la distribuzione del gas, non ha ricevuto né lettere di alcun tipo, né bollette o fatture, né solleciti di pagamento e a nulla sono valsi i suoi reclami ai numeri verdi della società, dai cui operatori riceveva cortesi rassicurazioni circa il prossimo invio delle copie dei documenti di pagamento.
Così però non è avvenuto e, senza nessun tipo di comunicazione, l’utente è rimasta improvvisamente senza gas. Non solo, per scoprire che non si trattava di un guasto ma della sospensione dell’erogazione per morosità, ha dovuto fare una serie di telefonate rimbalzando da un call center ad un altro, correre poi presso gli uffici di Chivasso a ritirare le copie delle bollette mai pervenutele, pagare di corsa la fornitura del gas di tutto un anno e inviare il fax delle ricevute a Milano per avere il ripristino del contatore e quindi di nuovo l’allacciamento al gas, dopo una settimana trascorsa senza scaldarsi, senza poter cucinare e senza acqua calda. Le bollette di Italcogim Energie esplicitano a chiare lettere la delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas secondo la quale, oltre agli interessi di mora per ritardato pagamento, in caso di ulteriore inadempienza del cliente la fornitura verrà sospesa previo preavviso tramite raccomandata trascorsi 15 giorni dalla data di ricevimento della raccomandata stessa. La delibera specifica inoltre che gli interventi di sospensione ed eventuale successiva riattivazione della fornitura, se operata mediante semplice asportazione o piombatura del contatore, comporterà un addebito di 95 euro.
La grande difficoltà nel risolvere un problema che appare di banale origine burocratica ed ovviabile con una semplice comunicazione anche telefonica, è la mancanza di un unico interlocutore.
Giovanni Grimaldi di Federconsumatori spiega che sono moltissimi gli utenti, in particolare anziani, che si rivolgono all’associazione perché attraverso i diversi call center non riescono ad avere le opportune spiegazioni circa eventuali addebiti non corrispondenti agli effettivi consumi, o non ricevono le bollette e, dopo essere diventati loro malgrado morosi, si ritrovano la sospensione del servizio.
Un problema di comunicazione che, a quanto pare, non riguarda solo gli utenti ma anche i giornalisti: la stanza dei bottoni di Italcogim non è raggiungibile e nessuno degli operatori telefonici della società, alla quale ci siamo rivolti per ottenere spiegazioni sul caso trattato, è stato in grado o autorizzato ad offrirci delucidazioni in merito.

Trovate tutto l'articolo in
informaconsumatori n° 2 - febbraio 2009 pag.3
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

Mostra prima i messaggi di:  

Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1
Nuovo argomento

Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi